Dovete aver pazienza, in quanto questo è decisamente un post fuori dall’argomento decrescita, vela ecc. Ma d’altronde è il blog che riguarda la vita di due persone, e ci sta che una volta l’anno accada qualcosa di importante come ad esempio l’anniversario della nascita di una persona speciale… per cui perdonatemi se mi vedo a render pubblico un sentimento del genere, ma a volte è indispensabile poiché alcune cose riguardano il mondo intero, come ad esempio questa.
    Un anno imprecisato del 27 Febbraio, sei nata tu. O meglio, l’universo è stato gratificato dalla tua nascita, uno “splendido fiore d’oriente” (come amava chiamarti un caro amico). Sai che non apprezzo i compleanni, le date in generale, particolar modo quando riguardano me; ma l’eccezionalità della tua nascita sconfigge ogni mia reticenza, nell’omaggiarti con i migliori auguri di altri miliardi di anni di vita.
    Non è egoismo il mio, solo per il fatto che senza di te sarei poco più di un uomo senziente, no non è solo questo: la tua presenza rende sul serio le persone migliori. Le arricchisci, ed ecco la tua preziosità a vantaggio di tutti.
    So che questo tu lo sai, in qualche maniera sei consapevole del tuo valore, anche se poi ti relazioni come la donna più modesta che io conosca, fatto che aumenta ancor di più il tuo fascino; ed è per tali ragioni che mi trovo in seria difficoltà a scrivere qualcosa di speciale in questo magico giorno, quando ogni parola perde significato al confronto di un semplice nome: Basak.
    Grazie di esistere. TI AMO.
    “Un tizio qualunque”